Il nuovo Lightroom Classic CC colma il gap di dettaglio con Capture One?

Finalmente mamma Adobe rilascia una versione aggiornata del suo nuovo software dopo 2 anni e le aspettative, visti i concorrenti, si fanno sempre piu’ alte.

In passato ci aveva cullato con particolarita’ ancora speciali come le anteprime smart, il cloud, l’hdr o il panorama con risultato in dng, il filtro radiale o il dehaze, ma ancora rimaneva vincolato al vecchio e pesante motore e nonostante le uscite hardware fra processori, ram e schede video con i loro CUDA, il tutto diventava sempre lento e macchinoso con svariati tempi di attesa , moltiplicati se la risoluzione dei file cresceva.

Ebbene oggi ho scaricato il nuovo “Classic”, e l’ho iniziato a testare col suo nuovo motore di sviluppo versione 4, le range masks e le performances senza dimenticare cio’ che agognavo, ovvero le impostazioni di sharpening migliorate, le curve luma e la possibilita’ di modificare la struttura.

Che dire…

Le prestazioni sono migliorate ad occhio e sulla mia macchina (ultimissima generazione di Clevo, 16gb con i7, 1060gtx e m2 su NV) il tutto va un 10/20% meglio… e non vedo miracoli vedendo come va ad esempio Capture One che VOLA.

Le range Mask sono magnifiche e unite ai filtri radiali e il bel pannello hsl fanno pensare a chi non fa composing o editing molto profondi : “non perdo piu’ tempo su photoshop!!!”
MA, mancano i miglioramenti attesi , e quel “non apro photoshop” se si resta sulla suite adobe si allontana e tanto avendo grosse limitazioni il motore di LR, anzi il nuovo motore di Lightroom migliora qualche cosa, ma rimane sempre ancorato al vecchio sistema di raggio minimo 0.5 (un massacro per le fotocamere risolute) e dettaglio che sembra aggiungere solo confusione alla composizione finale senza dare “spessore” alle immagini.
Rimane latitante dela curva Luma e delle curve avanzate e il comando struttura richiede ancora software esterni, magari free come la suite Nik, ma sempre esterni.

Il nuovo motore riesce a colmare in parte le mancanze dello sharpening?

Ecco alcuni esempi, tutti da 5dsr o 5ds con solo sharpening , profili colore e contrasti applicati, sotto ogni foto un paragone fra LR a sinistra e C1 a destra.

-qua una splendida cortesia del mio caro amico Antonio Guarrera che ha immortalato questo spettacolo

ho questi crop fra Lightroom e Capture One

-in questa lunga esposizione col 16 35 f4:

il crop 100%

-questa al parco , una delle prime con 5ds e 50stm:

crop 100%

-qua al parco col 200 a 2.8:

crop 100%:

-e il bonus della guardia della regina gia trattata in precedenza:

Mentre con c1 , le mancanze precedentemente menzionate fra curva luma , struttura e sharpening vengono colmate e si nota anche che potendo scendere di raggio sino a 0,2 con una soglia bassissima anche di 0,1 , lo sharpening a valori elevatissimi risolve tanto del dettaglio dei 50mpx; con LR e il suo nuovo motore versione 4.0, sembra ci sia un miglioramento minimo che pero’ rimane castrato da quel limite minimo di raggio a 0.5 e da quel parametro DETTAGLI che sembra ,se usato insieme ad un HIGH frequency (raggio basso e valori alti), dare o un velo con valori bassi, o una miriade di puntini e mai PRESENZA .

Conclusione?

Sia che usiate LR o C1, per fare processi avanzati (sharpening o curve avanzate LR , hdr , panorami e dodge&burn basilari C1) vi servira’ Photoshop o qualche altro programma simile come Affinity, ma di sicuro se volete il massimo dal vostro sensorone over 24mpx, C1 rimane ancora il top per fluidita’ d’uso e qualita’ di output.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *